Cane al ristorante: regole e consigli utili

di CHIMERA BOXER
Come gestire il cane al ristorante

Impariamo a gestire il cane al ristorante in modo che non dia fastidio agli altri commensali. Tutte le regole e i consigli utili per godere della compagnia del nostro amico anche durante un pranzo o una cena fuori, magari con amici o parenti.

Le 4 regole per il cane al ristorante

E’ opportuno che il cane sia:

  • educato
  • ben socializzato
  • abituato a stare in mezzo agli estranei e alla confusione
  • abituato alla presenza di bambini

Quando iniziare a portare il cane al ristorante?

È bene abituare il cane sin da cucciolo e quale posto migliore se non casa propria dove si sente a suo agio senza troppe distrazioni?
Educhiamo il cane a stare tranquillo durante i pasti è il primo step! Per questo è opportuno sin da subito:

  • ignorare il cucciolo che cerca di mendicare il cibo dal tavolo
  • alla fine del pasto, ricompensare il cane (mai direttamente dal tavolo) per essere stato tranquillo al suo posto.

In questo modo, il cucciolo apprende che disturbare durante il pasto non gli porta alcun beneficio. Invece, se rimane buono e tranquillo riceve un premio.
Nel frattempo, possiamo iniziare a portare il cane al bar, ove il tempo di permanenza è più breve. Questo ci consente di fare i primi esperimenti e correggere, ove occorra, il comportamento del cucciolo.
Le prime volte che portiamo il cucciolo con voi al ristorante sarà meglio scegliere una struttura con tavoli all’aperto, anche per evitare eventuali inconvenienti della giovanissima età.

E se il cane è già adulto? Nessun problema. Probabilmente, servirà più impegno, special modo se il cane ha appreso in passato delle cattive abitudini. Ma nulla è impossibile.

Ed ora alcuni suggerimenti da seguire quando si porta il cane al ristorante. 

Segnalare sempre la presenza del cane al ristorante

Molte strutture non hanno difficoltà ad accettare il cane al ristorante, in ogni caso segnaliamo sempre al gestore la presenza del cane prima di accomodarci. Questo è importante, non solo per una questione di educazione, ma anche per consentire al ristoratore di trovare la sistemazione migliore.

Infatti, ipotizziamo che in quella stessa giornata siano presenti più cani, il gestore provvederà a sistemare tutti in modo che tra i quadrupedi ci sia una giusta distanza, onde evitare problemi.

Scegliere un tavolo appartato

Mai chiedere di accomodarsi a un tavolo centrale. Anzi, sistemandoci in uno dei tavoli agli angoli della sala avremo uno spazio libero da sfruttare per il nostro animale.
Da evitare assolutamente:

  • far sdraiare il cane sulle corsie di passaggio dei camerieri e degli altri commensali: starà meglio e più protetto sotto il tavolino
  • lasciare il cane senza guinzaglio, libero di girare per la sala del ristorante
  • far salire il cane sulle sedie o con le zampe sul tavolo!

Non dare da mangiare al cane in terra

Non è educato sporcare il pavimento e lasciare tracce di condimenti vari. Sicuramente non lo faremo in casa nostra. Dunque, portiamo uno snack o un giochino che lo tenga impegnato oppure qualcosa di pronto e pulito da fargli mangiare (esempio, un petto di pollo lessato e fatto a pezzetti).

Farlo sfogare prima di portare il cane al ristorante

Non è mai consigliabile uscire di casa per recarsi direttamente al ristorante. Dunque, sarà sempre opportuno uscire un’oretta prima in modo da consentire al nostro amico di scaricare le sue energie, oltre che fare eventuali bisogni. Una bella corsa e una passeggiata gli serviranno per stancarsi e riposare più tranquillo quando saremo al ristorante.
Se il pasto dura molto fate fare al cane una pausa con una piccola passeggiata all’esterno.

Abituando subito il cucciolo a stare tranquillo durante i pasti, a non abbaiare e infastidirci elemosinando cibo dal tavolo, potremo portare il cane ovunque.

Hai qualche consiglio o suggerimento?
➡️ Lascia un commento ⬅️

Ti è piaciuto l’articolo?
➡️ Condividilo ⬅️️