Il Lago di Canterno tra mistero e natura. Ciociaria da esplorare

di CHIMERA BOXER
Chimera al Lago di Canterno, Ciociaria, Lazio

Il Lago di Canterno, nella provincia di Frosinone, è anche detto “lago fantasma”. Vi raccontiamo il segreto della sua origine e cosa fare in zona.

Come arrivare al Lago di Canterno

Per raggiungere il Lago di Canterno, partiamo da Roma e prendiamo l’Autostrada A1 in direzione Napoli. Ad Anagni usciamo e proseguiamo sulla Via Anticolana/SR155 verso Ferentino e dopo circa mezz’ora arriviamo a Fiuggi. Parcheggiamo l’auto per una breve sosta e per fare un giro nella parte nuova del centro, passando anche davanti l’ingresso delle famose Terme. Volendo ci si può inoltrare nel borgo antico scattando qualche foto tra i vicoletti medioevali. Terminata la passeggiata, riprendiamo l’auto e continuiamo sulla SP123 sino a raggiungere il Lago, che ci accoglie con una vista spettacolare sulle cime innevate dei Monti circostanti.

Il Lago di Canterno si trova all’interno della omonima Riserva Naturale, che si estende per oltre 1.800 ettari e comprende i comuni di Ferentino, Fiuggi, Fumone, Torre Cajetani e Trivigliano.

Origine del lago: naturale o artificiale?

L’origine del lago è avvolta da un mistero. Secondo le fonti, agli inizi del 800, l’ostruzione di un inghiottitoio (una voragine tipica dei terreni carsici) allagò un terreno fino ad allora destinato alla coltivazione.
Gli abitanti del luogo, duramente colpiti dall’evento, passarono quindi dalla coltivazione alla pesca. Questa ultima permise loro di sopravvivere e superare quel momento critico. Ma…come faceva il lago che, sino a poco prima era solo una piana coltivata a cereali, a essere diventato così ricco di pesce?
La risposta a questa domanda arrivò solo molti anni dopo. Questo, però, non è l’unico mistero di questo posto…

Il mistero del “Lago Fantasma”

Infatti, a causa della periodica ostruzione e disostruzione del Pertuso (così viene chiamato l’inghiottitoio) il livello del lago è stato, per lungo tempo, fortemente instabile.
Questo era in grado di prosciugarsi completamente, per poi ricomparire all’improvviso, quasi per magia.
L’abbassamento del livello dell’acqua poteva durare da pochi giorni sino a molti mesi o addirittura anni. Il periodo più lungo di prosciugamento fu dal 1984 al 1943.
Per questo motivo è detto anche “Lago Fantasma“. Ovviamente solo dopo molti anni si scoprì cosa causasse questa instabilità.

Da lago periodico a perenne

Nel 1945 la voragine venne chiusa in modo definitivo per creare una centrale idroelettrica.
Grazie a questo intervento il Lago di Canterno è diventato maggiormente stabile. Oggi si può assistere ancora a mutamenti del livello dell’acqua, seppur non eclatanti come in passato. Pertanto, possiamo rispondere alla domanda sull’origine del lago affermando che si tratta di un mix tra natura e artificio!
Nello stesso periodo, grazie ad alcune esplorazioni si è scoperto che dal Pertuso si può accedere a una piccola grotta sotterranea, che permetteva ai pesci di sopravvivere durante i periodi di totale assenza di acqua.

Cosa fare nei dintorni del Lago di Canterno

➡️ Caccia fotografica. La Riserva è densamente popolata da numerose specie animali tra cui: uccelli stanziali e di passo (come cormorano, airone, germano reale e vari rapaci), volpi, faine, scoiattoli, cinghiali, istrice, talpe oltre a una varietà di pesci (carpa, anguilla, tinca, persico…).

➡️ Area attrezzata per picnic. Lungo la SP123, che costeggia il lago, è presente una area attrezzata con tavolini, panchine, barbecue e giochi per bambini. Anche lungo le sponde sono presenti delle zone verdi dove trascorrere qualche ora rilassandosi.

➡️ Percorsi a piedi o Mountain Bike. Ci sono sentieri che girano intorno al Lago oppure consentono di raggiungere le località limitrofe, come Fiuggi o Porciano.

Informazioni utili

⚠️ Il Lago di Canterno non è balneabile e può essere pericoloso (anche per i cani). È opportuno non avvicinarsi troppo alla riva, melmosa e scivolosa, ed evitare di entrare in acqua.

Sito ufficiale della Riserva

Hai qualche consiglio o suggerimento?
➡️ Lascia un commento ⬅️

Ti è piaciuto l’articolo?
➡️ Condividilo ⬅️️