Al momento stai visualizzando Processionaria: pericolo mortale per cani, gatti e uomo

Processionaria: pericolo mortale per cani, gatti e uomo

Con l’arrivo della primavera inizia uno dei pericoli maggiori per i cani: la processionaria.

La processionaria è un insetto che colpisce principalmente pini e querce creando, durante il periodo invernale, dei nidi di colore bianco e marrone che assomigliano a bozzoli.

Non appena la temperatura si fa più calda le processionarie abbandonano il nido diventando un pericolo, anche mortale, per animali domestici e per l’uomo. Si riconoscono facilmente poiché si spostano in gruppo, rigorosamente in fila indiana, come in una processione.

Perché è pericolosa la processionaria

La processionaria è pericolosa perché il corpo della larva è ricoperto di peli urticanti che contengono una particolare proteina in grado di provocare delle forti reazioni infiammatorie, tra cui l’eritema papuloso pruriginoso.

I peli sono dannosi anche quando sono staccati dalla larva. Per questo possono recare danni anche quando vengono trasportati dal vento lontano dal luogo in cui si trova la larva. Sembra che mantengano il potere urticante per un periodo temporale che può arrivare a un anno.

Se i peli entrano in contatto con le mucose (occhi, bocca, lingua) e con le vie respiratorie il rischio di mortalità aumenta.

Quali sono i sintomi nel cane che è venuto in contatto con la processionaria

Il cane può presentare:

  • ipersalivazione
  • febbre
  • gonfiore alla lingua
  • ulcere
  • difficoltà respiratoria per gonfiore della lingua o della gola
  • tosse
  • vomito e/o diarrea, anche con sangue
  • abbattimento e dolore.

Oltre a questo, il cane che è venuto a contatto con i peli della processionaria può manifestare, a seconda delle zone colpite, necrosi della lingua e grave congiuntivite.

In caso di ingestione della processionaria o dei peli, purtroppo, il cane può subire delle ulcere che possono provocarne la morte.

Infine, anche nel cane può manifestarsi lo shock anafilattico.

Cosa fare se il cane è entrato in contatto con la processionaria

Sicuramente la prima cosa da fare è chiamare il veterinario o la clinica più vicina, seguire le loro indicazioni e recarsi lì il prima possibile.

Nel frattempo, con una soluzione di acqua e bicarbonato si può pulire la zona del cane che è venuta a contatto con i peli della processionaria in modo da lenire l’infiammazione. Indossa dei guanti in modo da evitare qualunque contatto.

Prevenire è meglio che curare

La prevenzione è la migliore cosa. Quindi è meglio evitare le zone dove sono presenti le processionarie. Durante l’inverno controlla i posti che frequenti per verificare se ci sono nidi di processionarie. In questo caso, avverti immediatamente il comune di riferimento in modo che possa procedere alla bonifica e alla disinfestazione.

Nel caso in cui il nido di processionarie si trovi in una area privata è bene rivolgersi a ditte specializzate nel settore ed evitare il fai da te.

Per ogni evenienza durante i trekking con il cane è sempre utile avere con sé un kit di pronto soccorso in modo da poter avere a disposizione alcuni strumenti utili per affrontare piccole e grandi emergenze.

Hai qualche consiglio o suggerimento?
➡️ Lascia un commento ⬅️

Ti è piaciuto l’articolo?
➡️ Condividilo ⬅️️

L’articolo può contenere link in affiliazione

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo Blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.
Accetta la nostra Privacy Policy
close
Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo Blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.
Accetta la nostra Privacy Policy

CHIMERA BOXER

Dog Blogger con il Progetto di Usare la Fotografia Per Inspirare Come Essere Sempre Positivi e Felici delle Piccole Cose

Lascia un commento